Dentro le Mura

                             SCRITTURA DEI SEGNI

i segni grafici utilizzati per disegnare e scrivere sono il mezzo attraverso il quale l’individuo dialoga con se stesso e i suoi simili.

L’attività tende a valorizzare il desiderio di comunicare utilizzando operativamente scrittura e immagine, consentendo al cittadino/viaggiatore di produrre elaborati soddisfacenti e fuori dalle stereotipie.

L’occasione di osservazione dal vivo di opere d’arte pertinenti è intesa come importante aiuto in questo percorso

STORIA E CONTEMPORANEO

il dialogo serrato  tra storia e contemporaneità è inteso come spazio della memoria e occasione di espressione di se, ottenuta attraverso metodiche operative di relazione fra scrittura e immagine, focalizzate in questo caso sull’individuo come casa delle sedimentazioni temporali, accostato e intrecciato alla macro-struttura della città, che diventa occasione per rappresentare propri percorsi narrativi

I LUOGHI DELLA MEDITAZIONE:

chiostri e cimiteri

dopo Napoleone i cimiteri sono stati spostati fuori dalle mura della città, in spazi loro propri, divenendo i luoghi della sosta e della compassione ma anche separando due potenti forze come la vita e la morte. I luoghi corrispondenti dentro le mura sono i chiostri, tuttora luoghi di silenzio e meditazione.

L’operatività asseconda questa naturale inclinazione dell’individuo, proponendo percorsi narrativi di espressione della interiorità attraverso stimolazioni linguistiche in immagine e scrittura di forte taglio evocativo